Arnold Schwarzenegger, filmografia

Pubblicato il da Alessandro Venditti

Vediamo di ripercorrere la lunga carriera del famoso attore, nato in Austria ma, ormai da svariati anni, residente negli Stati Uniti.

Dagli esordi ai primi anni '90.

Il suo esordio cinematografico ha inizio con il film “Ercole a New York”, del 1970 (titolo originale: Hercules in New York, 91 min. di durata). Film demenziale, può risultare divertente.

Segue “Uomo d’acciaio” del 1976, una sorta di lungometraggio-documentario sul culturismo; nel cast ritroviamo anche Lou Ferrigno, futuro interprete di Hulk.

Dello stesso anno è “Un autentico campione - Il gigante della strada”: anche in questo caso il mondo del body building entra nella trama del film.

Jack del cactus” è un western-comico del 1979: può risultare divertente per chi ama il genere.

Nel 1980 interpreta “Jayne Mansfield”, ancora nel ruolo del culturista.

Il 1982 lo vede protagonista in “Conan il barbaro” (da vedere) in un mix di avventura, fantasia, mito, il cui seguito “Conan il distruttore” (inferiore al precedente) è dell’anno successivo.

Nel 1984 arriva il mitico “Terminator”, storia di un cyborg inviato dal futuro (ottimo film).

Yado”, del 1985, risulta abbastanza deludente; dello stesso anno è “Commando”, film in stile Rambo, piacevole.

L’86 è l’anno di “Codice Magnum”, un gradevole poliziesco, e l’87 vede Schwarzenegger protagonista in “Predator”, un film molto ben costruito, fra guerriglie nella jungla, scontri con un cacciatore alieno praticamente invisibile e scene dotate di grande suspense.

L’implacabile”, dello stesso anno, è un discreto film d’azione ambientato nella Los Angeles del 2019.

Del 1988 è “I gemelli”, commedia comica: nel cast anche Danny De Vito; “Danko”, dello stesso anno, è uno spettacolare poliziesco.

Del 1990 sono “Atto di forza”, un buon film di fantascienza ambientato su Marte, e “Un poliziotto alle elementari", discreta e simpatica commedia.

Del 1991, “Terminator 2”, da non perdere, e del 1993 “Last Action Hero”, action costoso che non ha riscosso grandi consensi.

Dal 1994 ai giorni nostri.

Nel 1994 arrivano “Junior”, commedia dai toni paradossali e “True Lies” un action spettacolare e, nel ’96, “L’eliminatore”, discreto film d’avventura e “Una promessa è una promessa”, commedia natalizia.

Batman & Robin”, del ’97, è un costoso lungometraggio dai ritmi incessanti e “Giorni contati” del ’99 ha uno scarso riscontro nelle sale; del 2000, “Il sesto giorno”, film di fantascienza, i cui punti forti risiedono in effetti speciali ed auto-ironia.

Del 2002 è “Danni collaterali", non riuscito, e del 2003 “Terminator 3”, discreto; “Running with Arnold” (2006) e “Capitalism: A Love Story” (2009) sono due documentari, il primo sullo Schwarzenegger politico ed il secondo sul capitalismo.

I mercenari - The Expendables“ (2010) è un action giocato fra umorismo e violenza.

Conan

Con tag TV e Personaggi

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post